STAND UP 4 EXCUEM

Venerdì 10 maggio, call to action!
In tutta italia #standup4excuem,
contro la violenza poliziesca, per gli spazi di autogestione.

Con l’irruzione della polizia, richiesta da rettore e cda per sgomberare la libreria ex cuem autogestita, anche la realtà é entrata nelle mura ovattate dell’università. Una vergogna che crea un precedente inaccettabile per l’ateneo milanese e per gli atenei di tutta italia, ma un episodio perfettamente in linea con i tempi che viviamo: da niscemi alla val susa, da napoli a bologna, da roma a torino a palermo la logica è la stessa. L’austerity dipinge lo stesso scenario, dietro belle parole come democrazia e dialogo, si nasconde un meccanismo volto a tutelare interessi di pochi mafiosi ed equilibri di potere. Quando il velo si squarcia e le contraddizioni si mettono a nudo, rimangono soltanto i manganelli e i dispositivi polizieschi. Ed è cosi che quegli stessi soggetti che hanno sprofondato il presente in una palude di miseria, solitudine e disperazione hanno anche il coraggio di proporre delle soluzioni presentandole come necessarie, scagliando le forze dell ordine su chiunque si organizza senza e contro di loro.

Studenti universitari, lavoratori in sciopero, famiglie sfrattate, migranti , popolazioni in lotta e chiunque resiste sono sulla stessa barca della crisi. E sono considerate alla stessa stregua come errori da cancellare.

Prendiamo atto di questa evidenza e ci organizziamo di conseguenza. Avere ragione non è sufficiente. Dobbiamo dotarci della forza necessaria per incidere sulla realtà e trasformarla.

Facciamo un appello diffuso per fare della giornata del 10 un momento di generalizzazione di lotte e azioni dentro le università e nelle metropoli.

AUSTERITÀ E POLIZIA FUORI DALLE NOSTRE VITE
#standup4cuem