Governo e Parlamento contrari a un’amnistia e ad un indulto, decidono di mantenere trattamenti degradanti pagando risarcimenti ai detenuti

contromaelstrom

I meccanismi della legalità internazionale consentono questo scambio vergognoso! Così uomini e donne del governo e del Parlamento di questo triste paese, non si sono posti la domanda di cosa vuol dire costringere donne e uomini a una reclusione fatta di sofferenza, degrado e annientamento, si sono proclamati contrari a un’amnistia e ad un indulto per ridurre il sovraffollamento. Sono invece disposti a pagare -con i soldi pubblici- i trattamenti inumani e degradanti che impone la loro furia sanzionatoria.

E così, la settimana scorsa, il 23 luglio, la Camera dei deputati ha approvato la conversione in legge del ”decreto carceri”: 305 sì, 110 no e 30 astenuti- i contrari: M5S lo ha chiamato “indulto mascherato” e la Lega ha accusato il governo di dare la “paghetta ai delinquenti”.

l43-corte-europea-strasburgo-130129195215_bigIl decreto stabilisce un “risarcimento” per i detenuti che hanno subito un trattamento che ha violato l’Art. 3 della Convenzione europea dei…

View original post 448 more words

Advertisements